Come pregare il Rosario: Una Guida alla preghiera del Rosario

How to Say the Rosary Guide: Table of Contents

  1. Introduzione
  2. Come pregare il Rosario passo dopo passo
  3. Una panoramica sulla preghiera del Rosario
  4. Preghiere recitate nel Rosario
  5. I misteri del Rosario
  6. Perché si recita il Rosario?
  7. Prega il Rosario ogni giorno
  8. Come pregare il Rosario PDF

Il Rosario si tratta di una preghiera meditativa basata sulle Sacre Scritture. Quando recitiamo il Rosario, chiediamo a Maria di pregare per noi mentre cerchiamo di avvicinarci a suo figlio Gesù contemplando la sua vita, la sua morte e la sua risurrezione.

Nella sua lettera apostolica del 2002 Rosarium Virginis Mariae, Papa Giovanni Paolo II scrive che con il Rosario “il popolo cristiano si mette alla scuola di Maria, per lasciarsi introdurre alla contemplazione della bellezza del volto di Cristo e all’esperienza della profondità del suo amore.”

Il Rosario rimane una preghiera importante anche oggi. Nel maggio 2022, Papa Francesco invitò i cristiani a pregare “il Santo Rosario per la pace” in risposta alla guerra in Ucraina. Nel novembre 2022, l’arcivescovo Cordileone di San Francisco ha invitato i fedeli a recitare un “Rosario per la pace” nel giorno delle elezioni.

Il Rosario è la preghiera che accompagna sempre la mia vita; è anche la preghiera dei semplici e dei santi… è la preghiera del mio cuore.

Papa Francesco

Come recitare il Rosario: Guida passo-passo

Tempo richiesto: 20 minuti

Come pregare il Rosario

  1. Inizia con il Segno della Croce.

    Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. A man making the Sign of the Cross

  2. Tenendo in mano il crocifisso, recita il Credo degli Apostoli.

    Io credo in Dio, Padre Onnipotente, creatore del cielo e della terra; e in Gesù Cristo suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno resuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre Onnipotente; di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, nella santa Chiesa cattolica, nella comunione dei santi, nel perdono dei peccati, nella resurrezione del corpo e nella vita eterna. Amen. Rosary beads with a spotlight on the crufifix

  3. Sul primo grano, recita un Padre Nostro.

    Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome; venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano; e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori; e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Rosary beads with a spotlight on the first bead

  4. Su ognuno dei tre grani successivi, recita un’Ave Maria.

    Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te; tu sei benedetta tra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori ora e nell’ora della nostra morte. Amen. Rosary beads with a highlight on the next three beads

  5. Sul grano successivo, recita un Gloria al Padre.

    Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen.Rosary beads with a highlight on the second large bead

  6. Prega la prima decina.

    Sulla più grande, annuncia il mistero e poi dì un Padre Nostro.

    Su ognuno dei 10 grani più piccoli piccoli, recitaun’ Ave Maria continuandoa meditare sul mistero.

    Alla fine della decina, dì un Gloria al Padre.

    Poi recita la preghiera di Fatima:
    Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia. AmenIllustration of rosary beads with a spotlight on the first "decade" (10 beads)

  7. Ripeti questo schema per le decine che ti rimangono.

    Padre Nostro -> 10 Ave Maria -> Gloria -> O Gesù mio (preghiera di Fatima)Illustration of rosary beads with the different decades highlighted

  8. Dopo le 5 decine, concludi la preghiera con un Salve Regina.

    Salve, Regina, madre di misericordia, vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A te ricorriamo, esuli figli di Eva; a te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime.

    Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo Seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria!

    Prega per noi, Santa Madre di Dio.
    Affinché affichè siamo fatti degni delle promesse di Cristo.Hail Holy Queen Prayer

  9. Chiudi con la preghiera conclusiva.

    Preghiamo:

    O Dio, che mediante la vita, la morte e la resurrezione del tuo Unigenito ci procurasti l’eterna salvezza, fa, Te ne preghiamo, che ricordando questi misteri, per mezzo del santissimo Rosario della beata Vergine Maria, noi possiamo imitare gli esempi che contengono e conseguire i beni che promettono. Per lo stesso Signore nostro Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con Te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i sécoli dei sécoli. Amen. Rosary Concluding Prayer

  10. Concludi con il segno della croce.

    Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Woman kneeling in prayer

Che cos’è il Rosario?

Origine

All’inizio del XIII secolo, San Domenico predicò il Vangelo per combattere varie eresie e fondò l’Ordine dei Domenicani per portare avanti quest’opera di diffusione della Buona Notizia. Nonostante i loro sforzi, però, le eresie continuavano a riapparire, così egli si rivolse alla Beata Vergine Maria affinché lo guidasse. La tradizione vuole che Maria gli sia apparsa nel 1221 e gli abbia trasmesso la devozione del Rosario, incoraggiandolo a condividere questa preghiera con gli altri. Molti ritengono inoltre che l’origine storica del Rosario risieda nella pratica monastica della recitazione settimanale dei 150 salmi, una pratica che poi ispirò la ripetizione dell’Ave Maria.

Anche nel 2023, il Rosario continua a rimanere una delle preghiere più potenti. Continua a essere un bellissimo strumento di conversione e ha contribuito ad unire i cattolici di tutto il mondo quando hanno pregato insieme dopo la morte di Papa Benedetto XVI.

Le preghiere del Rosario

La devozione del Rosario è composta da diverse preghiere, tutte radicate nelle Sacre Scritture. Nella sezione “Come pregare: Il Rosario”, potete leggere l’ordine tradizionale di queste preghiere nel Rosario. Spesso le persone pregano usando i grani del rosario per guidare il loro tempo in preghiera, anche se essi non sono necessari per pregare questa devozione. Se non avete un rosario, vi consigliamo di pensare di usare ilrosario del Vescovo Sheen X Hallow.

Credo Apostolico

“Credo in Dio, Padre onnipotente…”.

Iniziamo il Rosario con il Credo Apostolico. Questo è un modo appropriato per iniziare la nostra preghiera, perchè afferma le nostre credenze più importanti e fondamentali della nostra fede cattolica. Ogni riga proviene da diversi libri della Bibbia, tra cui i Vangeli, la prima lettera di Pietro, la prima lettera ai Corinzi, gli Atti degli apostoli e altri libri.

Padre nostro

“Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome…”.

Conosciuta anche come la Preghiera del Signore, questa preghiera proviene direttamente dalle parole di Gesù trovate in Matteo 6, quando Egli insegna ai suoi discepoli come pregare.

Ave Maria

“Ave Maria, piena di grazia…”.

Anche se la preghiera ripetuta dell’Ave Maria è rivolta direttamente a Maria, è a Gesù che fondamentalmente dirigiamo il nostro amore, anche se con lei e attraverso di lei.

San Giovanni Paolo II

Possiamo definire la preghiera dell’Ave Maria come il ‘cuore del Rosario’. Preghiamo 10 Ave Marie per ciascuna delle cinque decine, per un totale di 50 Ave Marie. Questa preghiera, in cui chiediamo a Maria la sua intercessione, è ancheradicata nelle Sacre Scritture. Le prime due frasi provengono dal primo capitolo di Luca. Si trovano nel passo delll’Annunciazione quando l’angelo Gabriele annuncia la venuta di Cristo e nel passo della Visitazione quando la cugina di Maria, Elisabetta, saluta Maria.

Gloria

“Gloria al Padre…”

Il Gloria viene spesso chiamato “dossologia”, una parola che deriva dal greco e che significa “espressione di lode o di gloria”. Questa preghiera è abbastanza comune e semplice: la si prega affinchè in ogni momento sia glorificata la Santissima Trinità.

Preghiera di Fatima

“ OGesù mio, perdona i nostri peccati…”.

Fu Maria stessa a dare la preghiera di Fatima direttamente a tre pastorelli il 13 luglio 1917 durante le sue apparizioni a Fatima, in Portogallo. In questa preghiera, che si recita alla fine di ogni decina, chiediamo a Gesù di avere misericordia di noi e di tutte le anime.

Salve Regina

“Salve Regina, Madre di Misericordia…”.

Il Rosario si conclude con questa potente preghiera, una antica tradizione che deriva dai monaci del passato che concludevano la loro preghiera comunitaria proprio con la Salve Regina. Ricordando che Gesù ci è stato donato attraverso sua Madre Maria, rendiamo grazie a Dio per la partecipazione di Maria a tutti gli eventi salvifici della vita, della morte e della risurrezione di Gesù.

I misteri del Rosario

Ognuna delle cinque decine del Rosario si sofferma un momento speciale del Mistero Pasquale. Ci sono quattro serie di misteri – quelli Gaudiosi, Dolorosi, Luminosi e Gloriosi – e ognuno di questi contiene cinque episodi cruciali della vita di Gesù. Quando preghiamo il Rosario, entriamo in una di queste serie di misteri, meditandoli attraverso gli occhi di Maria, la discepola che era più vicina a Gesù e che lo conosceva meglio. La Chiesa ha una tradizione secondo cui prega i misteri in base ai diversi giorni della settimana; la Chiesa seque questo schema:

  • Lunedì: i misteri gioiosi
  • Martedì: i misteri dolorosi
  • Mercoledì: i misteri gloriosi
  • Giovedì: i misteri luminosi
  • Venerdì: i misteri dolorosi
  • Sabato: i misteri gioiosi
  • Domenica: i misteri gloriosi

I misteri della Gioia (Lunedì, Sabato)

I Misteri Gioiosi ci invitano a contemplare l’Incarnazione e ci fanno entrare nella meraviglia di Gesù che viene sulla terra come un bambino. Vediamo l’incredibile storia che si svolge attraverso gli occhi di Maria – l’angelo appare (L’Annunciazione), il saluto di sua cugina Elisabetta (La Visitazione), la nascita del suo figlio (La Natività)e gli eventi più importanti che indicano chi è questo bambino e cosa farà. (La presentazione e il ritrovamento di Gesù nel Tempio). Siamo invitati a fare come ha fatto Maria, riflettendo su questi nel proprio[our] cuore, come vediamo in (Luca 2:19).

I misteri Dolorosi (Martedì, Venerdì)

I misteri Dolorosi ci aiutano a rivivere la passione e la morte di Gesù. Non solo ricordiamo quegli eventi, ma ci entriamo dentro: vegliamo con Gesù nella sua angoscia prima del suo arresto (l’Agonia nell’orto degli Ulivi). Entriamo nella sua sofferenza con la “Flagellazione di Gesù alla colonna”, “l’incoronazione di Gesù” e “la salita di Gesù al calvario con la Croce“… per poi trovarci ai piedi di quella croce vicini a Maria e assistere alla “Crocifissione e Morte di Nostro Signore” Con i misteri dolorosi cerchiamo di comprendere la profondità dell’amore che Dio ha per noi riflettendo su quello che gli è costato per salvarci e redimerci. Sentiamo questo dolore e questa contrizione ancora più profondamente quando ci immedesimiamo in Maria e vediamo la Passione attraverso i suoi occhi.

I misteri Luminosi (Giovedì)

Attraverso i misteri Luminosi, meditiamo sugli eventi del ministero pubblico di Gesù: la sua rivelazione come Figlio Prediletto del Padre al Battesimo nel Giordano, il suo primo miracolo pubblico alle Nozze di Cana, la sua Proclamazione del Regno di Dio, la Trasfigurazione di Gesù, e l’ Istituzione del sacramento dell’Eucaristia all’Ultima Cena. Papa Giovanni Paolo II scrisse: “In questi misteri, tranne che a Cana, la presenza di Maria rimane sullo sfondo… Ma la funzione che svolge a Cana accompagna, in qualche modo, tutto il cammino di Cristo. La rivelazione, che nel Battesimo al Giordano è offerta direttamente dal Padre ed è riecheggiata dal Battista, sta a Cana sulla sua bocca, e diventa la grande ammonizione materna che Ella rivolge alla Chiesa di tutti i tempi: “Fate quello che vi dirà”.

I misteri Gloriosi (Mercoledì, Domenica)

Nei misteri Gloriosi, meditiamo sui miracoli grandiosi che avvengono dopo la morte di Gesù. Questi eventi mostrano come Gesù sia veramente chi dice di essere: il Figlio di Dio. Con questi misteri sperimentiamo la gioia di Cristo risorto e ci mettiamo dei panni di quello che Maria e i primi discepoli hanno vissuto (La risurrezione). Mentre preghiamo, vediamo l’Ascensione di Gesù al cielo e la discesa dello Spirito Santo nella Pentecoste. Gli ultimi due misteri, pur non essendo esplicitamente menzionati nelle Scritture, derivano da centinaia di anni di tradizione basati su passi dell’Apocalisse e del Cantico dei Cantici. Celebriamo la grazia e il ruolo che Gesù ha conferito a sua madre. (L’Assunzione e l’Incoronazione di Maria), e preghiamo che un giorno possiamo andare anche noi dove va Maria.

Perché preghiamo il Rosario?

Pensate al Rosario come a un oceano: In esso c’è qualcosa per tutti, sia che vi consideriate un mistico con tanta esperienza, desideroso di approfondire la preghiera con nostro Signore, sia che siate un novizio che sta facendo fatica ad imparare a pregare, sia che cerchiate l’aiuto del Signore, proprio proprio in questo momento per qualcosa che sta accadendo nella vostra vita. Sia l’esploratore delle profondità marine e che il bambino che fa castelli di sabbia sulla spiaggia possono godersi lo stesso oceano, seppur lo apprezzano su livelli diversi. E questo vale anche per il Rosario.

Edward Sri, “Perché pregare il Rosario?”.

Come spiega Dr. Sri, il Rosario è una preghiera adatta alle persone di tutte le età, che vivono esperienze di vita diverse e che possono avere diversi livelli di familiarità con questa devozione. La ragione che sta dietro al Rosario è abbastanza semplice: Maria era presente nei momenti gioiosi, dolorosi, luminosi e gloriosi della vita di Cristo. Così, meditando sulla vita di Gesù con l’aiuto di Maria, cerchiamo di avvicinarci sempre di più a Cristo. Possiamo pregare con Maria per un’intenzione speciale, oppure anche semplicemente se abbiamo bisogno di passare un momento di conforto e pace con la Madre di Dio e suo Figlio. Ogni motivo per pregare il Rosario è un bel motivo.

Prega il Rosario ogni giorno

Possiamo recitare il Rosario a qualsiasi ora del giorno e della notte. Sebbene alcune persone preferiscano pregare con i grani del rosario, essi non sono necessari per recitare questa devozione e passare il nostro tempo con Gesù e Maria. Per recitare il Rosario completo passo dopo passo ci vogliono di solito circa 15-25 minuti, ma ricordatevi che se avete poco tempo potete anche pregare una sola decina (un Padre Nostro, 10 Ave Maria, un Gloria). Pregare una decina è meglio che niente.

Se volete aggiungere il rosario alla vostra routine di preghiera quotidiana, ti consigliamo questi momenti della giornata per iniziare a pregarlo:

  • Potete pregare il rosario durante le vostre passeggiate quotidiane se questa è un’abitudine che avete, Potete recitare le preghiere con Hallow o semplicemente portare con voi i grani del rosario mentre camminate.
  • Potete pregare il rosario durante i vostri spostamenti o i vostri viaggi; potete ascoltarlo e pregarlo quando iniziate o concludete la vostra giornata di lavoro.
  • Potete pregarlo mentre preparate la cena.
  • Oppure potete pregarlo mettendo da parte un po’ di tempo che vi permette di stare nel silenzio, o all’inizio della giornata o prima di addormentarvi.

Con Hallow puoi recitare i rosari quotidiani tradizionali, il rosario integrato con i bassi della Bibbia, o il rosario cantato. È anche possibile pregare il Rosario con il Dr. Scott Hahn o il Vescovo Robert Barron. L’introduzione e il tutorial del vescovo Barron su questa devozione sono inclusi nell’applicazione.

Non vediamo l’ora di pregare il Rosario con voi, passo dopo passo, su Hallow. Se state cercando una guida in formato PDF per la preghiera del Rosario, salvate o scaricate la nostra guida illustrata qui sotto:

Preghiere correlate

*Ultimo aggiornamento dell’articolo: 28 luglio 2023

Pin It on Pinterest